Aspettando la notte 2019

La Notte Europea dei Ricercatori arriva il 27 settembre, ma intanto perché non godersi gli appuntamenti di Aspettando La Notte 2019 del progetto SOCIETY?


13 ottobre – 10 novembre – 1 dicembre 2019 

Museo del Patrimonio Industriale

Il lavoro: ieri, oggi e domani

Un ciclo di incontri, nato, nell’ambito del progetto SOCIETY, in occasione delle iniziative legate alla “Notte dei Ricercatori”, dalla collaborazione tra Museo del Patrimonio Industriale, Cineca, Trekking Italia e CNR-ISMAR (Istituto di Scienze Marine) per ricostruire, documentare e approfondire, da più punti di vista, come il mondo del lavoro sta evolvendo sia dal punto di vista degli ambienti che dei processi produttivi.  L’ingresso è libero ma bisogna prenotarsi chiamando 051 6356611 entro le 13 del venerdì precedente all’evento! 

 

Domenica 13 ottobre “I percorsi dell’acque: da risorsa per la vita a risorsa per l’industria”Con Francesca Alvisi (CNR-ISMAR). Un Trek urbano a cura dell’Istituto di Scienze Marine, Consiglio Nazionale delle Ricerche in collaborazione con Trekking Italia. Un percorso per toccare vari punti della “Città delle acque” approfittandone per parlare di acqua come risorsa idrica e forza motrice, ma anche di depurazione,riciclo e sostenibilità della risorsa.

Domenica 10 novembre “Lavorare nella Fabbrica del Futuro” Con Annalisa Bugini (Museo del Patrimonio Industriale) una visita guidata con Annalisa Bugini alla nuova area dedicata alla Fabbrica del Furturo per documentare le linee di sviluppo che stanno profondamente modificando l’ambiente di lavoro e i sistemi produttivi delle aziende del nostro territorio! Un’occasione da non perdere per provare le emozioni dell’interazione con le principali tecnologie abilitanti: simulazione, realtà virtuale, additive manufaturing, automazione/robotica e Big Data!

Domenica 1 dicembre “BigData, Simulazione e Supercomputer: ingredienti essenziali per un’industria!” Con Simone Bnà e Eric Pascolo (Cineca). I famosi big data possono essere utilizzati in industria? E la simulazione? Perché dobbiamo simulare un processo produttivo se conosciamo quello reale? E in tutto questo percosa si usano i supercomputer? In questo incontro spiegheremo come queste tecnologie, nate nell’ambito della ricerca, siano fondamentali per le industrie che vogliono rimanere al passo con i tempi.

 


Dal 9 al 26 settembre 

Bologna e dintorni

Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori 2019.. Tutti gli eventi teaser da non perdere! 

Quasi un mese di eventi imperdibili in attesa di immergerci insieme nelle fantastiche attività e sorprese che ci aspettano venerdì 27 settembre. Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori offre un programma ricco di spettacoli, incontri, conferenze, laboratori e visite guidate per conoscere che cosa si nasconde dietro la parola Ricerca! Tutti gli eventi, dove non diversamente specificato, sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti!

Consulta il Programma teaser e non perdere nemmeno un appuntamento!

 


Giovedì 26 settembre ore 17.00

Sala Urbana delle Collezioni d’arte – Piazza Maggiore 6, Bologna

Ricerca storico-artistica: presentazione del progetto multimediale relativo alla Sala Urbana e visita guidata

Una visita guidata nella splendida galleria delle Collezioni Comunali d’arte e la presentazione del progetto multimediale relativo alla Sala Urbana. Per info: otello.sangiorgi@comune.bologna.it, silvia.battistini@comune.bologna.it

 

 

 


Giovedì 26 settembre dalle 18.00 alle 20.00

Palazzo Magnani – Via Zamboni 20, Bologna

Leonardo Exascale una nuova risorsa per la ricerca e la società, a 50 anni dalla nascita del supercalcolo in Italia

 

Il progetto della macchina pre-Exascale Leonardo è una testimonianza efficace di come si possa fare sistema. La sua prossima installazione presso il Tecnopolo di Bologna sarà una grande occasione di crescita per la capacità computazionale al servizio della ricerca nel nostro Paese. Per celebrare questa splendida opportunità, e in concomitanza con la celebrazione dei 50 anni di supercalcolo in Italia, Cineca organizza un evento speciale che sarà l’occasione per condividere la ricaduta di un sistema di supercalcolo della classe di Leonardo su scienza, ricerca, e conoscenza e di illustrare esempi significativi del suo impatto concreto sulla società. Evento su prenotazione. Per informazioni: eventi@cineca.it

Relatori: Roberto Viola (DG Connect, Commissione Europea), Antonino Rotolo (prorettore ricerca Unibo), Patrizio Bianchi (Assessore Regione E-R), Sanzio Bassini (direttore dip. Supercalcolo Cineca), Stefano Tibaldi (ex Unibo, ex Ecmwf, ex ARPA), Tiziana Paccagnella (direttore SMR/ARPA), Claudio Zannoni (Unibo, ex PRACE), Stefano Orosei (INAF), Mauro Felicori (Fondazione Ago, già DG Reggia di Caserta), Antonio Zoccoli (Presidente INFN). Modera: Federico Taddia (giornalista, divulgatore scientifico)

Per leggere il programma, clicca qui

 


Giovedì 26 settembre ore 18.00

Aula Giorgio Prodi – Piazza San Giovanni in Monte 2, Bologna

Premio Lions “Claudio Bonivento” – XI edizione

Lecture aperta a tutti. Il Premio Claudio Bonivento, offerto dal LIONS club, premia le migliori tesi di dottorato di area scientifica del XXX e XXXI ciclo presentate all’Università di Bologna. Relatori: KIMURA TSUNEHISA, Doctor of Engineering e Professor Emeritus, Kyoto University, Japan.

 


 

Martedì 24 settembre ore 18.30

CostArena – via Azzogardino 48, Bologna

Mari, oceani e plastica in un clima che cambia

 

L’ecosistema marino è tra gli ambienti più inquinati e minacciati del Pianeta. In particolare, la plastica, materiale dal successo incredibile e insostituibile in molte applicazioni, sta invadendo i nostri mari e ora si rivela un problema. Gli oggetti di plastica sono tantissimi, usati e gettati via in tempi spesso brevi. Solo una piccola parte è destinata al riciclo: se abbandonati in maniera irresponsabile nell’ambiente, la natura impiega tempi lunghissimi per smaltirli. E noi cosa possiamo fare? Eliminare gli oggetti in plastica o riprogettarli per favorirne il riciclo? Educare i consumatori sul loro valore perché non siano dispersi? Scienza e ricerca ci possano aiutare a comprendere ciò che ancora non conosciamo della plastica per una piena consapevolezza sul nostro ruolo e in vista di comportamenti sostenibili. Relatori: Anna Maria Celli (UNIBO), Tomaso Fortibuoni (ISPRA), Simona Simoncelli (INGV) Modera: Gianluca Dotti.

Per leggere il programma, clicca qui.

 


 

Martedì 24 settembre dalle 10.00 alle 12.00

Liceo Scientifico Copernico – Via Ferruccio Garavaglia 1, Bologna

Progetti su e per l’ambiente

Gli studenti presentano i progetti realizzati in campo ambientale nell’ambito del PCTO-ASL (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento,  già Alternanza scuola lavoro) ed in collaborazione con i ricercatori CNR-ISAC . Dal monitoraggio delle polveri sottili alla realizzazione di una centralina di monitoraggio a basso costo fino alla realizzazione di un’App per le segnalazioni ambientali in montagna.

Per leggere il programma clicca qui.

 

 


Dal 26 al 29 settembre

Emilia-Romagna Open

Alla scoperta delle imprese e dei laboratori della regione

Segnaliamo l’iniziativa promossa dalla Regione in collaborazione con ART-ER che propone al pubblico visite gratuite a laboratori pubblici e privati nella Regione Emilia – Romagna. Alla iniziativa aderiscono anche i laboratori di alcuni Enti e Istituzioni partner del progetto Society. Per informazioni e prenotazioni: https://emiliaromagnaopen.it.

 


Sabato 21 settembre 2019 dalle 9.30  

Sede ISPRA, via Cà Fornacetta 9, Ozzano dell’Emilia

Sempre caro mi fu l’ambiente intero!

Una mattinata aperta al grande pubblico, alle scuole, alle famiglie che potranno incontrare gli esperti della fauna selvatica, visitare le collezioni zoologiche, il laboratorio di genetica e conservazione, svolgere attività ludico didattiche ed escursioni.

Evento libero previa prenotazione a questo link: http://www.isprambiente.gov.it/it/events/schede-di-registrazione/scienzainsieme-a-ozzano-nellemilia 

 

 

 


 

Sabato 21 settembre ore 11.00 e 15.00

Aula Belmeloro, Aula A, Via B.Andreatta 8

Relatività: lezione-spettacolo

L’evoluzione del concetto di Relatività attraverso i secoli: da Galilei fino alla formulazione di Einstein. Un’esposizione teatrante che mantiene il rigore scientifico per presentare al grande pubblico uno degli argomenti più rivoluzionari della nostra cultura.

Federico Benuzzi mette in scena una conferenza-spettacolo con la quale vuole avvicinare il pubblico allo sforzo intellettuale compiuto da Einstein agli inizi del secolo scorso.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. Prenotatevi qui:

http://prima-dopo-ora.bo.infn.it

 


 

Venerdì 20 settembre dalle 18.00

Cubo, Piazza Viera De Mello 3-5

Changes – Scoperte di ieri nel quotidiano di oggi, ricerca di oggi per un prossimo futuro

Un evento da non perdere organizzato da CUBO Condividere Cultura e Alma Mater Studiorum – Università di Bologna in occasione dei 150 anni della tavola periodica! Un appuntamento per scoprire tutti i segreti della chimica, toccare con mano le importanti innovazioni e intravedere le grandi attese per il futuro! Dalle 18 alle 21 vi aspettiamo per una vera e propria immersione nel mondo della scienza, al termine della quale gli ospiti potranno gustare un aperitivo e soddisfare ogni curiosità dialogando con i ricercatori dell’Alma Mater.

Per leggere il programma completo clicca qui.

 

 

 


 

Venerdì 20 settembre dalle 17.30

Opificio Golinelli, Via Paolo Nanni Costa 14

Indagini su Leonardo

A 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e nell’ambito delle iniziative “Aspettando la Notte dei Ricercatori 2019”, un pomeriggio di incontri per il pubblico e laboratori per bambini e ragazzi per esplorare i misteri legati alla figura di Leonardo.
17.30 – 18.00: presentazione dei progetti realizzati dall’International summer school on Art and Science del “Labratorio Territoriale per l’Occupabilità Opus Facere – Fare per capire”.
18.00 – 19.30: incontro “Indagini su Leonardo”. L’indagine prenderà le mosse da disegni famosissimi come le tavole anatomiche, l’autoritratto e l’uomo Vitruviano. Sarà guidata da esperti di estrazione sia scientifica, sia umanistica per riaffermare quella interdisciplinarità dei saperi che è stata caratteristica fondamentale del genio Leonardesco. Interverranno Fabrizio Ivan Apollonio del Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna, Monica Azzolini del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna, Lorenzo Teodonio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Istituto Centrale per la conservazione e il Restauro del Patrimonio Archivistico e Librario – MiBAC – ICRPAL e Francesco Valle del Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto per lo Studio dei Materiali Nanostrutturati – CNR-ISMN.

Dalle 17.30 – 19.30: I laboratori in programma, per bambini dai 7 ai 13 anni, sono:

I non-affreschi di Leonardo (Per chi: bambini 7-10 anni)
Le macchine del Codice Atlantico (Per chi: bambini 7-10 anni)
Coding con i Droni (Per chi: ragazzi 11-13 anni )

Prenotazioni Incontro:
https://bit.ly/2xTdyof

Per tutte le informazioni clicca qui

 

 


Martedì 17 settembre ore 18.30

CostArena, via Azzogardino 48

Supercomputer mostri, Big Data “spioni” e Intelligenza Artificiale alla conquista del mondo!

Il quarto Aperitivo Scientifico vi porterà alla scoperta dei segreti dell’informatica. Cos’hanno in comune Intelligenza Artificiale, big data e supercomputer? Forse un piano per conquistare la Terra, in cui l’IA accederà ai più potenti sistemi mai costruiti, li userà per decriptare i server governativi e prenderà il controllo dell’umanità. No, questa è fantascienza: nel mondo reale queste tecnologie possono invece essere molto utili, aiutandoci in svariati campi, anche se occorre sempre prestare attenzione agli usi impropri. Smontando gli stereotipi che i mass media danno di queste tecnologie, l’IA è come un bambino che impara dai big data e ha come docente un supercomputer.

Clicca qui per leggere tutte le info.

 

 

 


Domenica 15 settembre 

Fondazione Ducati, Via Antonio Cavalieri Ducati 3, Bologna

Fisica in moto

La Fondazione Ducati partecipa al programma “Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori 2019” con visite guidate gratuite al laboratorio didattico interattivo di Fisica, realizzato all’interno della storica fabbrica Ducati. Nella stessa giornata sarà possibile visitare, pagando un ingresso ridotto, il Museo Ducati, senza prenotazione né guida, ma utilizzando una web app sul proprio smartphone.

Prenotazioni dal 10 settembre 2019 via mail: fisicainmoto@ducati.com, indicando nome e numero dei partecipanti (specificando il numero di minori, se presenti e orario preferito. Posti ad esaurimento (max 45 persone a visita).

Clicca qui per leggere tutte le info.

 

 


 

Domenica 15 settembre 

Riola di Vergato – Montevolo

Lungo il sentiero per Montovolo: architetture di un paesaggio montano

Da Riola di Vergato, dopo avere incontrato la chiesa di Alvar Aalto, si percorre l’antico sentiero degli ‘Sterpi’ che porta a Montovolo, definita per molti secoli la “Montagna Sacra”; Lungo il percorso affaccio sul Castello della Rocchetta Mattei, interessante architettura ottocentesca ecclettica voluta dal Conte Cesare Mattei, e incontro con diversi borghi medievali con architetture di grande valore storico che testimoniano l’importanza che questi luoghi hanno avuto nei secoli e come la disponibilità di materiali lapidei locali, e non, abbia condizionato forma e struttura degli edifici.

Ritrovo a Bologna ore 8.45 atrio stazione, treno per Porretta ore 9.04. Secondo ritrovo a Riola di Vergato
alle 10.00. Rientro nel tardo pomeriggio col treno da Riola di Vergato.
Trek: Riola (m 265), Torrente Limentra (m 245), La Scola (m 480), Balze di Santa Caterina (m 930), Campolo
(m 590), Riola.
Ore di cammino effettivo 4 + sosta pranzo e spiegazioni, dislivello 800, difficoltà medio.

Clicca qui per leggere tutte le info.

 


Venerdì 13 settembre ore 21.00

Oratorio S.Filippo Neri

Raggi X dal cosmo: l’Universo violento

 

In attesa della Notte Europea dei Ricercatori un’altra imperdibile serata organizzata da INAF e DIFA all’Oratorio S.Filippo Neri, durante la quale andremo alla scoperta dei Raggi X con Gabriele Ghisellini (INAF – Osservatorio Astronomico di Brera). E’ più  di un secolo che abbiamo scoperto questi misteriosi raggi capaci di penetrare il nostro corpo e di rivelare le nostra ossa. I raggi X sono diventati indispensabili in campo medico, ma sono diventati altrettanto importanti per scoprire i fenomeni piu’ energetici dell’Universo. E’ con i raggi X che possiamo vedere la materia che cade in un buco nero, assistere in diretta allo scontro di due stelle di neutroni  e vedere il gas caldo che pervade gli ammassi di galassie. E’ una astronomia nuova, che racconta non la vita pacifica della stelle, ma i loro turbamenti, la loro morte e la loro rinascita sotto forma di buchi neri che piegano lo spazio, il tempo, e la nostra comprensione.


Venerdì 13 settembre ore 18.00

Museo della Preistoria “Donini”, via f.lli Canova 49, S.Lazzaro di Savena

Speleo – archeologia dei Gessi bolognesi

Un incontro che si propone di ripercorrere brevemente il rapporto che lega la speleologia al mondo della ricerca preistorica, paleontologica e archeologica attraverso il racconto delle principali scoperte che attraversano il  tempo: da quella “storica” della Grotta del Farneto al nuovo evocativo documentario sul recentissimo rinvenimento nella Grotta Loubens di un cranio umano dell’Età del Rame. A parlare saranno Claudio Busi (GSB – USB), Nevio Preti (GSB – USB) e Gabriele Nenzioni (Museo Donini). A moderare l’incontro Tommaso Chiarusi. 

Clicca qui per scoprire il programma!

 


 

Giovedì 12 settembre ore 18.00

ERT – Teatro delle Moline, Via delle Moline, 1/b

Che fai, Luna, in ciel? Dialogo sulla Luna, fra teatro e ricerca

Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori 2019, il Teatro delle Moline ospita un incontro a più voci, che fa dialogare teatro e scienza. Nella loro esplorazione della città per mescolare studio e vita vissuta, contenuti scientifici ed elaborazione artistica, sempre inseguendo nessi fra i diversi modi che esistono per interpretare e comprendere la realtà, i ricercatori incontrano il teatro. E se la nuova stagione di ERT è dedicata all’azione che innesca il “nuovo”, in rapporto in particolare all’eredità del Novecento, e si apre su una foto dell’uomo sulla luna, perché non interrogarsi su uno degli eventi che ha segnato il secolo scorso mutandone il volto?

Variamente travestito, trasposto e adattato, il tema dell’allunaggio sarà proprio l’oggetto di una conversazione stratificata, da prospettive inedite: da un lato, attraverso uno sguardo sull’immaginario incredibile che accompagna una simile conquista e, dall’altro, grazie a un approfondimento su una serie di tematiche spesso trascurate ma essenziali per la realizzazione di quello che, all’inizio, sembrava solo un sogno e dopo il quale non siamo più stati gli stessi. A dialogare saranno Maria Giulia Andretta (UNIBO), Claudio Longhi (ERT) e Sara Ricciardi (INAF-OAS). 

Clicca qui per leggere la Locandina

 


 

Mercoledì 11 settembre ore 18.00

Museo Ebraico di Bologna, via Valdonica 1/5

Una stella tranquilla

Aspettando la “Notte europea dei ricercatori 2019” e nel centenario della nascita di Primo Levi, un incontro con l’astrofisico Sandro Bardelli e lo scrittore Matteo Marchesini per esplorare gli interessi scientifici e le strategie narrative di un grande scrittore del ‘900.
Una stella che bruciava regolarmente esplode all’improvviso rovinando il finesettimana di un osservatore sudamericano, costretto a rimanere al lavoro per studiarla e a mandare a monte la gita tanto desiderata dalla moglie. L’ironia amara, la propensione per le scienze, la ricerca di una lingua nuova e precisa per raccontare eventi inimmaginabili si mescolano in maniera esemplare in un piccolo racconto che si presta molto bene come punto di partenza per parlare di Primo Levi scrittore, uomo di scienza e testimone d’eccezione del suo tempo. Vi aspettiamo mercoledì 11 settembre, ore 18.00, al Museo Ebraico di Bologna in Via Valdonica 1/5.

 


 

Martedì 10 settembre ore 18,30 

CostArena via Azzogardino, 48

Rari ma non troppo!

Da alcuni anni la tecnologia moderna usa molto di più alcuni elementi della tavola periodica, portandoci pericolosamente vicini all’esaurimento di risorse essenziali tanto per alcune strumentazioni di diagnostica medica, quanto per dispositivi di comunicazione cui sarebbe difficilmente saremmo disposti a rinunciare. In questo intervento discuteremo il paradosso fra abbondanza e difficoltà d’accesso ad alcune materie prime, focalizzandoci sul caso dell’elio e delle terre rare. Discuteremo la loro origine ed abbondanza cosmica, la loro disponibilità sulla Terra ed il loro impatto sul benessere della nostra società.  Vi aspettiamo martedì 10 settembre alle ore 18:30 al CostArena con i relatori Roberto Braga (Unibo), Paolo Dambruoso (CNR – ISOF), Donatella Romano (INAF – OAS) e il moderatore Gianluca Dotti.

Clicca qui per vedere completo degli Aperitivi Scientifici.

 


Martedì 3 settembre ore 18,30 

CostArena via Azzogardino, 48

Fake news, conspiracies, bad sciences: quando ci posso credere?

Torna l’appuntamento con gli imperdibili aperitivi scientificiche Society ha pensato per tutti e che ci accompagneranno, ogni martedì fino al 24 settembre, alla Notte Europea dei Ricercatori 2019! Martedì 3 settembre, al costArena, tratteremo un tema quanto mai attuale: “Fake news, conspiracies, bad sciences: quando ci posso credere?” Vedremo i vecchi e nuovi metodi per studiarle per smascherare questi fenomeni e cercheremo di elaborare delle ricette per evitare di cadere nelle trappole delle notizie false. Vi aspettiamo alle ore 18:30 al CostArena con i relatori Alberto Cappi (INAF), Stefano Marcellini (INFN) e Giorgio Pedrazzi (CINECA) e il moderatore Sandro Bardelli(INAF).

Clicca qui per vedere completo degli Aperitivi Scientifici.

 

 

 


Martedì 27 agosto ore 18,30 

CostArena via Azzogardino, 48

Scienza e Cittadini insieme per l’ambiente

Ritornano gli Aperitivi Scientifici, in programma ogni martedì al CostArena, dal 27 agosto al 24 settembre. Si parte il 27 agosto con un incontro dal titolo “Scienza e cittadini insieme per l’ambiente” dedicato ai progetti di cittadinanza scientifica, nei quali i cittadini sono coinvolti direttamente in attività di supporto alla ricerca, in particolare per il monitoraggio e la protezione dell’ambiente. Scienza e società sono strettamente connesse e il coinvolgimento del pubblico sta diventando sempre più importante nei processi di indagine, raccolta delle informazioni e costruzione della conoscenza. I concetti di “scienza aperta”, “ricerca partecipata”; e”citizen science”; si stanno affermando in una nuova alleanza cittadini-ricercatori per affrontare le sfide sociali. L’ambiente è l’ambito più interessato da questa trasformazione: dal monitoraggio della biodiversità marina al controllo dell’inquinamento atmosferico, dall’analisi degli effetti del clima che cambia alla valutazionedei suoi impatti sul territorio, come possono partecipare attivamente i cittadini?
Relatori: Silvana DiSabatino, Stefano Goffredo, Marta Meschini (Unibo), Maria Cristina Facchini (CNR-ISAC), modera Gianluca Dotti.


 

Mercoledì 28 agosto 2019 ore 9,30 

Parco del Monte Cimone 

Il Sentiero dell’Atmosfera

Da dove arrivano i dati sui cambiamenti climatici? Alla scoperta dei segreti dell’Atmosfera attraverso una camminata in montagna e la visita all’Osservatorio “O.Vittori” a 2165 m per vedere dove e come vengono rilevati i principali inquinanti atmosferici ed i gas serra responsabili dei cambiamenti climatici. Sarà possibile anche visitare la stazione meteo dell’Aeronautica Militare. La Stazione di Monte Cimone (AM + CNR-ISAC) è l’unica italiana fra le 32 Stazioni Globali  del programma Global Atmopshere Watch dell’Organizzazione Mondiale per la Meteorologia(WMO). E’ richiesto abbigliamento di montagna per una camminata di media difficoltà (1.5 – 2 h) in compagnia di una guida ambientale escursionistica.

 

 


Ogni martedì, dal 27 agosto al 24 settembre 

CostArena, Via Azzogardino 48

Aperitivi Scientifici

Torna il 27 settembre la Notte Europea dei ricercatori a Bologna, Cesena, Forlì e Predappio, Ravenna e Rimini e, con questa, anche il ricco calendario di eventi che accompagnano verso questa data.

Quest’anno i cinque tradizionali aperitivi scientifici organizzati da Society, il gruppo di partner che unisce imaggiori centri di ricerca dell’Emilia-Romagna (Consorzio Interuniversitario CINECA, Università di Bologna, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto nazionale di Fisica Nucleare, Istituto Nazionale di Astrofisica, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), si terranno al Centro CostArena, via Azzo Gardino 48, tutti i martedì a partire dal 27 agosto fino al 24 settembre, dalle 18.30 alle 20.00.

  • Martedì 27 agosto: “Scienza e cittadini insieme per l’ambiente” Relatori: Silvana Di Sabatino, Stefano Goffredo, Marta Meschini (Unibo),Maria Cristina Facchini (CNR-ISAC), modera Gianluca Dotti.
  • Martedì’ 3 settembre: “Fake news, conspiracies, bad sciences: quando ci posso credere?”Relatori: Stefano Marcellini (INFN), Alberto Cappi (INAF), Giorgio Pedrazzi (CINECA), modera Sandro Bardelli.
  • Martedì 10 settembre: “Rari… ma non troppo!”  Relatori: Paolo Dambruoso (CNR- ISOF), Donatella Romano (INAF-OAS) e Roberto Braga (UNIBO), modera Gianluca Dotti.
  • Martedì 17 settembre: “Supercomputer mostri, Big Data “spioni” e Intelligenza Artificiale alla conquista del mondo!” Relatori: Daniele Bonacorsi (Unibo/INFN), Eric Pascolo (CINECA), Claudio Sartori (Unibo), modera Gianluca Dotti.
  • Martedì 24 settembre: “Mari, oceani e plastica in un clima che cambia” Relatori: Simona Simoncelli (INGV), Tomaso Fortibuoni (ISPRA), Anna Maria Celli (Unibo), modera Gianluca Dotti.

Consulta il Comunicato stampa e scopri tutti i nostri appuntamenti!

 


 

Da lunedì 26 al 30 agosto 2019

Palazzo dei Congressi, Piazza della Costituzione, Bologna. 

Art at the Nanoscale

Dodici immagini create al microscopio a Scansione di Sonda trasformate in opere d’arte che si uniscono ad altre 4 opere trasferite direttamente su piastrella con la macchina Caravaggio drawing machine per mostrare come lo scienziato possa esprimere la propria sensibilità artistica partendo dagli strumenti del proprio lavoro. La mostra, inaugurata nel 2018 presso Dynamo Velostazione, quest’anno verrà riproposta nella sede della Conferenza Internazionale in Science Education ESERA 2019.

 


 

Martedì 16 luglio 2019, ore 21,30

Parco San Donnino, Bologna 

Ciao Luna!

Il 16 luglio 1969 l’Apollo 11 partiva per la missione che avrebbe portato l’uomo sulla Luna e in occasione di questo anniversario importante gli astronomi di Inaf hanno organizzato Ciao Luna, una serata bellissima per scoprire tutti i segreti del nostro satellite!  L’appuntamento è alle 21,30 al Parco San Donnino e sarà l’occasione di celebrare l’anniversario della partenza dell’Apollo 11! A raccontare la nostra Luna dal punto di vista scientifico saranno gli animatori scientifici di Sofos Divulgazione Scienze e gli astronomi dell’INAF, a omaggiarla con brani dedicati ci saranno la voce dell’attrice Simona Sagone e gli strumenti dei musicisti Giuseppe Sportaro e Federica Pasquali!! Nel corso della serata ci saranno dei telescopi per osservare, oltre alla Luna, anche Giove!

Ingresso Libero
21,30
Parco San Donnino
https://www.facebook.com/events/2314918538599766/

 


 

Sabato 8 giugno 2019, dalle 15 alle 19 

INAF – Centro visite “M. Ceccarelli”, Radiotelescopi di Medicina (BO)

Alla scoperta di SKA: il radiotelescopio più potente al mondo

Un sabato pomeriggio al Centro Visite “Marcello Ceccarelli” dei Radiotelescopi di Medicina (BO), per raccontare ad adulti e bambini cos’è lo Square Kilometer Array (SKA), il radiotelescopio che a breve sarà il più grande e potente del mondo, in cui l’Italia è fortemente coinvolta. Sarà composto da centinaia di migliaia di antenne in fase di costruzione in Australia e in Sud-Africa. È un progetto internazionale immenso in cui l’Istituto Nazionale di Astrofisica partecipa insieme ad altri 20 paesi.

Durante il pomeriggio sono previsti visite, laboratori per bambini, proiezioni, planetario e una tavola rotonda in cui gli esperti ci raccontano cos’è SKA, ma anche le loro aspettative e speranze su questa enorme promessa della scienza e tecnologia del prossimo futuro.

CONFERENZA ORE 18
“Sfide e promesse: il futuro della radioastronomia”

RELATORI CONFERENZA:
Gianni Bernardi, INAF- Istituto di Radioastronomia di Bologna
Grazia Umana, INAF-Osservatorio Astrofisico di Catania

Accesso libero, su prenotazione per conferenza, planetario e laboratori, senza prenotazione per le altre attività.

Per prenotazioni (EVENTBRITE):
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-alla-scoperta-di-ska-il-radiotelescopio-piu-potente-al-mondo-61419801279

Facebook:
https://www.facebook.com/events/469873957083640/

Alternativa in caso di pioggia: La conferenza si terrà al chiuso e i laboratori in gazezo coperti. In caso di forte maltempo previsto, consultare il sito web per aggiornamenti o contattare gli organizzatori.

 


 

8 giugno – 16 giugno 2019

 Fico Eatalyworld – Via Paolo Canali, 8

Neil Armstrong The First

Una mostra per i 50 anni dello sbarco sulla luna dall’8 al 16 giugno 2019 a Fico Eatalyworld, curata da Luigi Pizzimenti, la tappa bolognese vedrà esposti una Luna gigante, le tute originali, filmati e documenti inediti. Un diorama di 3 metri accoglierà i visitatori raccontando la storia di Neil Armstrong, l’uomo del “grande passo per l’umanità”. Tutti i reperti esposti durante le nove giornate dell’evento provengono dal Programma Apollo NASA, da importanti collezioni private e dalla stessa famiglia Armstrong. La mostra fa parte di Society – Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori 2019.

INGRESSO LIBERO

Orari di apertura: dal lunedì alla domenica 10 – 23, il sabato 10 – 24.

https://www.facebook.com/events/2340587166266981/


31 maggio 2019

 Iti Aldini Valeriani Sirani – Istituto Salesiano b.v. San Luca – Liceo Sabin

La giornata del clima – Come salvare la terra con scienza e ricerca

Nell’ambito de La giornata mondiale del clima il Festival dello sviluppo sostenibile 2019, promosso da Asvis, show room energieambiente e in collaborazione con Comune di Bologna, Sostenibilità è Bologna, Alma Mater Studiorum e Cmcc, offre una giornata ricca di appuntamenti per riflettere su uno dei temi più caldi dell’attualità. La giornata rientra negli appuntamenti promossi da Society in vista della Notte Europea dei Ricercatori 2019.

 


 

6 maggio 2019

Teatro Duse, via Cartoleria 42

Can you hear me? Un viaggio nel tempo con i messaggeri dell’universo 

Cosa succede quando un buco nero ‘ingoia’ una stella?
Cosa si nasconde nel km cubo di ghiaccio antartico immerso nella calotta del Polo Sud?
Che suono fanno due buchi neri che si fondono?
Il 6 Maggio 2019, presso il Teatro Duse di Bologna, risponderemo a questa e molte altre domande in un viaggio attraverso la scienza, in cui scopriremo come è cambiato il nostro modo di guardare all’Universo.
Partiremo da Galileo, che esattamente 410 anni fa ha puntato il suo primo telescopio verso il cielo fino ad arrivare alle ultime entusiasmanti scoperte degli ultimi decenni: dalla rilevazione dei raggi gamma a quella dei neutrini e delle onde gravitazionali!
Ci accompagneranno in questo percorso:
– Werner Hofmann, Portavoce di CTA
– Takaaki Kajita, Premio Nobel per la fisica 2015
– Rainer Weiss, Premio Nobel per la fisica 2017
I talk saranno intervallati dagli interventi di:
Lo Stato Sociale
Kepler-452
Presenta: Stefano Sandrelli (INAF).

 


 

11 aprile 2019

LabOratorio San Filippo Neri, Bologna
via Manzoni 5

Processo alla ricerca: Senza donne si può?

La ricerca in scena – Conferenza spettacolo

A cura delle ricercatrici e dei ricercatori dell’Università di Bologna e con drammaturgia di Carlotta Pensa. Sul
banco degli imputati le donne che arrivano a fatica all’apice della carriera universitaria e non solo. L’accusa presenterà le debolezze di un genere tacciato di essere incapace di fare squadra, di mettersi in evidenza, di emergere, dimostrandosi spesso nemico di se stesso. La difesa argomenterà su una discriminazione presente ai più alti livelli istituzionali, su giudizi negativi -che orientano l’opinione pubblica-formulati da luminari in materie spesso non pertinenti rispetto ai giudizi espressi, sulle limitate opportunità effettivamente disponibili per le donne. Il processo sarà all’americana, con un giudice e una giuria. La giuria, composta da ricercatrici/ori e da alcune persone del pubblico che la sera stessa vorranno aderire, emetterà il verdetto finale.

 


11 febbraio 2019 – ore 16.00

Pinacoteca Nazionale, Bologna
Sala Gnudi, Via delle Belle Arti 56

 

Women of CTA

In occasione della Giornata delle Donne nella Scienza, indetta dalle Nazioni Unite, si terrà a Bologna il primo incontro annuale “Women of CTA”.
Tre delle donne leader che contribuiscono alla scienza e alla costruzione di CTA condivideranno le loro esperienze e contributi a CTA e risponderanno alle domande del pubblico.

Intervengono
Prof. Patrizia Caraveo – Direttrice di Ricerca-INAF, Milano e Professoressa a contratto, Università degli Studi di Pavia. Rappresentante INAF, CTA Consortium Board, Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Dr.  Emma de Oña Wilhelmi – Istituto di Scienze Spaziali (IEEC-CSIC), Barcelona e Deutsches Elektronen-Synchrotron (DESY), Zeuthen Coordinatrice di Scienza, CTA Consortium Humboldt Fellow

Chiara Montanari – Osservatorio CTA, Bologna Interface Manager, CTAO Project Office, Prima donna italiana a guidare una spedizione in Antartide

 


5 dicembre 2018 – ore 20.30

LabOratorio San Filippo Neri, Bologna
Via Manzoni 5

 

1908 – 2018 | 100 Anni che non passano
L’eredità della Grande Guerra tra ricerca e innovazione

La ricerca in scena – Conferenza spettacolo

Abbiamo studiato e ricercato, inventato e creato, in questo secolo. Eppure c’è qualcosa che è rimasto tale e quale. Quanto hanno inciso 100 anni di ricerca e innovazione in ciò che usiamo tutti i giorni e in ciò che percepiamo come ‘normale’? Cosa di rivoluzionario, inimmaginabile al tempo della Grande Guerra oggi, invece, esiste?!

Ricercatrici e ricercatori lo racconteranno sfidando il tempo. 12 minuti a disposizione per ciascuno per illustrare cosa nella loro disciplina è identico a 100 anni fa, cosa è stato innovato e cosa non c’era e ora c’è, grazie anche alla ricerca dell’Università di Bologna. Dovranno essere 5 racconti veloci, brillanti e chiari. E sarà il pubblico in sala a decretare il vincitore!

A cura delle ricercatrici e dei ricercatori dell’Università di Bologna nell’ambito delle attività della Notte Europea dei Ricercatori.

Intervengono
Matteo Cerri | fisiologia
Morena Falcone | automotive
Emanuele Mandanici | geomatica
Martina Montinari | economia
Claudio Riponi | enologia

 


dal 2 dicembre 2018 al 7 aprile 2019

Museo del Patrimonio Industriale, Bologna
Via della Beverara 123

 

La Via della Seta passava per Bologna

Un ciclo di incontri, nato dalla collaborazione tra Museo del Patrimonio Industriale, CNR-ISOF (Istituto per la Sintesi Organica e la Fotoreattività), CNR-ISMAR (Istituto di Scienze Marine), Fondazione Villa Ghigi e Università di Bologna, per ricostruire, documentare e approfondire, da più punti di vista, la storia, il contesto naturale e culturale, le tecniche di lavorazione e l’utilizzo della seta a Bologna dalla produzione del velo tra XV e XVIII secolo fino ai più recenti impieghi in ambito tecnologico.

Gli incontri, là dove non espressamente indicato, si tengono presso il Museo del Patrimonio Industriale.
Per tutti gli appuntamenti è obbligatoria la prenotazione da effettuare chiamando lo 051 6356611 entro le ore 13 del venerdì precedente l’incontro, salvo diversa indicazione.

domenica 2 dicembre 2018 | ore 16 – 17.30
La seta a Bologna tra XV e XVIII secolo

domenica 3 febbraio 2019 | ore 16 – 17.30
Dal filo al tessuto, l’antica arte della tessitura bolognese

domenica 24 marzo 2019 | ore 9.30 – 12.30
Tra gelsi e canali sulle tracce della seta a Bologna

lunedì 25 marzo 2019 | ore 17.30 – 19
Veli, donne e paradossi: storie

domenica 7 aprile 2019 | ore 16 – 17.30
La seta nel terzo millennio (tra scienza e innovazione)