Aspettando la Notte

La Notte Europea dei Ricercatori arriva a settembre, ma intanto perché non godersi anche gli appuntamenti #AspettandoLaNotte del progetto SOCIETY?

 

Prossimi appuntamenti

25 Maggio 2017 –  ore 17:00
Rimini, Aula Briolini 1 – Palazzo Ruffi, Corso d’Augusto 237
I giovedì del QuVi
Disturbi del Comportamento Alimentare: La Chimica delle Metafore. Incontro tra poesia e scienza
Un dialogo su un tema delicato e di scottante attualità, soprattutto fra giovani e giovanissimi, ovvero i disturbi del comportamento alimentare (DCA), con tre ospiti provenienti da mondi apparentemente lontani: una scienziata, Valeria Righi, ricercatrice confermata in Biochimica del Dipartimento QuVi; una poetessa, la riminese Isabella Leardini, e una giovane food blogger e fotografa, Valentina Solfrini.
26 Maggio 2017 – dalle ore 19:30
Cesena, Foro annonario, Piazza del Popolo
Fuori dalle cantine
12 cantine provenienti da tutta l’Emilia Romagna offriranno alcune scelte dei propri vini migliori. Docenti del “Campus di Scienze degli Alimenti” forniranno un contributo personale a chiunque desideri fare una degustazione guidata.

 

Appuntamenti passati

24 Maggio 2017 –  ore 18:00
Ravenna, Darsena PopUp, Via dell’Almagià
Evento
Immagini e sapori del mare. Verso un uso consapevole delle risorse
Una serata di incontro e confronto sul tema del mare, delle sue risorse e sul loro consumo sostenibile presentato dai ricercatori del Gruppo di Ecologia del corso di laurea in Biologia Marina del Campus di Ravenna.
19 Maggio 2017 –  ore 14:30-17
Ravenna, Aula 4, Palazzo Corradini, via Mariani 5
Seminario e incontro con operatori del settore
Non solo vittime, non solo corpi.
Parole, storie e sguardi per ripensare l’accoglienza dei minori migranti
Quali sono i motivi che spingono un numero sempre crescente di minori a intraprendere i pericolosissimi e incerti viaggi che (auspicabilmente) li porteranno in Europa? Quali sono le loro aspirazioni e le loro idee di futuro? I sistemi nazionali sono attrezzati per comprendere le storie di queste ragazze e di questi ragazzi e per rispondere alle loro necessità? A queste e altre domande proveranno a rispondere gli esperti internazionali e nazionali che interverranno il 19 maggio 2017 al seminario su Non solo vittime, non solo corpi. Parole, storie e sguardi per ripensare l’accoglienza dei minori migranti.
Il seminario è organizzato da Annalisa Furia dell’Università di Bologna, in collaborazione con il Festival delle Culture di Ravenna.
18 Maggio 2017 – ore 17:00-19:00
Rimini, Aula Briolini 1 – Palazzo Ruffi, Corso d’Augusto 237
Arte e media: superamento del limite per lo sviluppo della qualità della vita
I Giovedì del QuVi
Il quarto appuntamento con “I giovedì del QuVi”, il ciclo di conferenze con cui il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita si racconta alla città, vedrà due artisti confrontarsi con uno dei focus strategici della ricerca di Dipartimento: il corpo. Corpo inteso come veicolo di simboli, incrocio di relazioni, ma anche come prigione soffocante, gabbia da cui fuggire, materia inerte di cui disfarsi per liberare la propria anima. Nasce così Arte e media: superamento del limite per lo sviluppo della Qualità della Vita, un momento di riflessione voluto dalla Dr.ssa Daniela Calanca, ricercatrice confermata in Storia Contemporanea presso il Dipartimento QuVi. La Dr.ssa Calanca introdurrà l’evento e dialogherà con i due ospiti della serata: Antonietta Laterza,cantautrice e performer diversamente abile, presidente dell’associazione “Sirena Project” e autrice del libro autobiografico Sirena Cyborg, e Alfonso Maffini, artista, scrittore, docente, autore del saggio “Corpi imprigionati, oltre la vita l’arte”
18 Maggio 2017 – ore 21:00
Bologna, Laboratorio di San Filippo Neri, Via Manzoni, 5
Il cratere di Panarea: un viaggio nel mare del futuro – La ricerca in scena
Conferenza spettacolo
Quale sarà il destino dei nostri mari? Un’immersione virtuale nel cratere vulcanico sottomarino di Panarea rivela il destino dei nostri mari alla fine del secolo. Il cratere ha caratteristiche geofisiche uniche al mondo, con una continua emissione a temperatura ambiente di anidride carbonica, il principale gas serra responsabile del surriscaldamento e dell’acidificazione del mare: questo laboratorio naturale consente di osservare già oggi questi effetti, ricreando le condizioni previste dai climatologi più autorevoli. Un vero e proprio viaggio nel blu, in cui il pubblico entrerà in contatto con diversi aspetti della ricerca scientifica, partendo dal lavoro in campo fino all’interpretazione dei risultati ottenuti.
Con i ricercatori Stefano Goffredo, Valentina Airi, Erik Caroselli, Patrizia Neri. Con la partecipazione di Chiara Marchini, Fiorella Prada – Marine Science Group | Università di Bologna e la collaborazione di Scientific Diving School
11 Maggio 2017 – ore 14:00-17:00 
RavennaAula Magna di Giurisprudenza, via Oberdan 1
Proiezione del film “L’onda” di Dennis Gansel
Seguiranno dibattito e confronto sulle tematiche affrontate nella pellicola. A condurre la discussione saranno: Silvia Vida, Professore associato di Filosofia del diritto presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Bologna, e Simona Tarozzi, ricercatrice di Diritto romano e Diritti dell’antichità presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Bologna.

 

11 Maggio 2017 – ore 21:00
Bologna, Laboratorio di San Filippo Neri, Via Manzoni, 5
Raccontare la città da Marzabotto a Pompei – La ricerca in scena
Incontro
Alcune città antiche non sono sopravvissute sino a noi e anzi sono state sepolte. Da molti anni gli Archeologi dell’Università di Bologna sono impegnati sul campo in tanti siti del mondo per riportare in luce le storie delle città abbandonate e dei loro abitanti. Quali storie narrano Marzabotto e Pompei? La prima è una città nata con un complesso rituale di fondazione, tipico della disciplina etrusca ma che è alla base della genesi di tante città antiche e della stessa Roma. L’altra venne abbandonata repentinamente a causa di una improvvisa calamità naturale. In entrambi i casi l’archeologia, il racconto degli antichi e il supporto delle nuove tecnologie possono aiutarci a ricostruirne la storia.
Con i ricercatori Giuseppe Sassatelli, Andrea Gaucci, Enrico Giorgi e la collaborazione di Simone Garagnani e Michele Silani dell’Università di Bologna
29 Aprile 2017 – ore 8:30-12:30
RavennaMAR e Planetario
A scuola di scienza con DIGITA
Laboratori didattici per la promozione della cultura scientifica e digitale
DIGITA, evento curato dal collettivo Micromondi, prevede una serie di laboratori che spazieranno dalle scienze di base come la matematica, alla chimica, alla dispersione energetica fino alla fauna marina; tutti temi che verranno trattati in modo dinamico, originale e innovativo.
I laboratori per gli studenti delle scuole medie e superiori sono organizzati da alcune realtà scientifiche operanti nella città e nella provincia di Ravenna, grazie alla collaborazione dell’istituzione del Mar – Museo d’Arte della città di Ravenna e Comune di Ravenna, con i laboratori pensati e realizzati da scuole e aziende del territorio come Alma Mater Studiorum – Università di Bologna– Biologia Marina, l’ITIS, l’Associazione Ravennate Astrofili, Certimac, ARPAE e Coder Dojo Ravenna.
27 Aprile 2017 – ore 9:30-12:30
RiminiAula Briolini 1 – Palazzo Ruffi, Corso d’Augusto 237
Attività fisica come farmaco: prevenzione e supporto nella cura dei tumori
I Giovedì del QuVi
Siamo nati per muoverci, non per crogiolarci sul divano, imbambolati davanti allo schermo di una TV o di uno smartphone. Il movimento è connaturato all’organismo umano. Una regolare attività fisica, anche di intensità moderata, contribuisce a migliorare ogni aspetto della qualità della vita. Il grado di efficienza fisica e, parallelamente, lo stato di salute complessivo di un individuo sono strettamente legati alla quantità e alla qualità del movimento. Di attività fisica – e della sua importanza nella prevenzione e nella cura dei tumori – si parlerà durante la conferenza curata dal Prof. Pasqualino Maietta Latessa, Professore Associato di Metodi e Didattiche delle Attività Motorie dell’Università di Bologna. L’evento fa parte della rassegna “I Giovedì del QuVi”, un ciclo di conferenze finalizzate alla divulgazione dei risultati della ricerca scientifica svolta nell’ambito del Dipartimento.
21 Aprile 2017 
Bologna, Liceo Sabin, ITI Aldini Valeriani Sirani, Istituto Salesiano, Liceo Arcangeli
La Giornata del clima – Come salvare la Terra con scienza e ricerca
Mobilità elettrica e solare, urbanistiche innovative, tecnologie verdi d’avanguardia, economie più gentili con l’ambiente.
Sono innumerevoli i fronti della ricerca scientifica che stanno affrontando la sfida del nostro secolo: il riscaldamento globale. Alcuni di essi saranno i protagonisti della Giornata del clima, evento giunto quest’anno alla sua quinta edizione, realizzato dal Comune di Bologna in collaborazione con Alma Mater- Università di Bologna, per portare gli scienziati che combattono il cambiamento climatico direttamente a contatto con gli studenti di Bologna. Per far loro capire che l’ambiente si rispetta con scienza e consapevolezza.
La Giornata – organizzata dallo ShowRoom Energia e Ambiente, il centro del Comune di Bologna dedicato alla didattica ambientale su energia e rifiuti – nasce per fornire ai cittadini, fin dalle scuole, gli strumenti per capire come affrontare il riscaldamento globale.
L’evento, che fa parte delle iniziative “Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori” del 2017, si snoda in alcune scuole superiori bolognesi (Liceo Sabin, ITI Aldini Valeriani Sirani, Istituto Salesiano, Liceo Arcangeli) dove gli scienziati bolognesi presenteranno in maniera informale le loro linee di ricerca.
23 Marzo 2017 – ore 17.00
Rimini, Aula Briolini 1- Palazzo Ruffi, Corso d’Augusto 237
Inventare farmaci con il supercomputer!
I Giovedì del QuVi
Si apre la rassegna “I Giovedì del QuVi”, ciclo di conferenze organizzate dal Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita dell’Università di Bologna.
Raffaella Casadei, ricercatrice del Dipartimento, introduce il chimico riminese Marco De Vivo, responsabile del laboratorio di Molecular Modeling & Drug Discovery presso l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. De Vivo, che ha all’attivo circa quaranta pubblicazioni su riviste internazionali e una decina di brevetti su composti chimici utili per curare malattie come cancro, infezioni batteriche e malattie neurodegenerative, parlerà di come si progetta e si sviluppa un farmaco attraverso l’uso di supercomputer.

 

16 Marzo 2017 – ore 21.00
Bologna, Laboratorio di San Filippo Neri, Via Manzoni, 5
La storia della Terra a colori – La ricerca in scena
Conferenza spettacolo
Vi siete mai fatti delle domande sul nostro pianeta? Vi siete mai chiesti che età ha la Terra, quando è nata, se è sempre rimasta uguale? Sarà ingrassata o dimagrita? Sarà invecchiata? Ma soprattutto ha sempre avuto lo stesso colore? Rosso come l’oceano di magma dell’inizio, il nero e il grigio delle prime rocce, il blu degli oceani e dell’ossigeno e il verde dello sviluppo della vita. E oggi come appare la Terra? Oggi la Terra appare come un pianeta “marmorizzato” (una Marble Bar!). Tuttavia, esistono ancora oggi luoghi sulla Terra che mostrano come era la Terra primitiva. E sono i luoghi fra i più colorati esistenti al mondo.
La ricercatrice Barbara Cavalazzi del Dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali dell’Alma Mater, racconterà la storia della Terra in fasi di colori partendo dalla casualità degli eventi geologici che attraverso la determinazione biologica ha portato allo sviluppo del nostro pianeta.

 

27 Settembre 2016 – ore 19.00
Bologna, Serre dei Giardini Margherita
Previsioni a lungo termine. Alla ricerca delle certezze che verranno
Aperitivo scientifico
Dal meteo agli ecosistemi, per tutti i sistemi complessi, è possibile pensare di avere a disposizione previsioni accurate a lungo termine? La ricerca ci sta provando, mettendo in campo diverse competenze che spaziano dall’uso di supercalcolatori, per supportare la produzione di previsioni meteo affidabili, allo studio dell’effetto soglia, che può servire a prevedere eventi estremi negli ecosistemi naturali. Ne parleremo con i ricercatori Francesca Alvisi dell’Istituto CNR-ISMAR, Diego Gonzalez di CNR-IMM e GianFranco Marras del CINECA di Bologna.
Previsioni a lungo termine. Alla ricerca delle certezze che verranno

 

26 Settembre 2016 – ore 18.30
Bologna, Aula Giorgio Prodi – Piazza San Giovanni in Monte, 2
Premio Claudio Bonivento 2016
Cerimonia di consegna e pitching
Cerimonia di Consegna del “Premio Claudio Bonivento” – premio annuale offerto dal Lions Bologna, che premia le migliori tesi di dottorato per contenuto scientifico, originalità, ricadute applicative e valore sociale fra quelle presentate e discusse dai dottorandi delle Scuole di Dottorato dell’Alma Mater- Università di Bologna.
Nell’edizione 2016, i sette finalisti del Premio racconteranno il loro lavoro con un breve video (pitch) che illustrerà in modo semplice ed efficace l’impatto e la ricaduta del proprio lavoro di ricerca.
Il premio è dedicato al Prof. Claudio Bonivento, Professore Emerito dell’Università di Bologna e membro del Lions Club Bologna, scomparso nel 2014, ideatore e forte sostenitore dell’iniziativa dalla sua prima edizione.
premio

 

21 Settembre 2016 – ore 15.00
Bologna, Aula Magna, Liceo Scientifico Augusto Righi
Il fascino dell’incertezza. Chi cerca trova
Incontro per le scuole
Cosa cerca e cosa trova un ricercatore universitario? Come si sviluppa un’idea? A questo quesito cercano di dare una risposta e si confrontano Maria Giuseppina Muzzarelli, storica medievista, e Fabio Vitali, docente di informatica, dell’Università di Bologna, con la partecipazione di Francesco Draicchio della band bolognese “Lo Stato Sociale”.
L’incontro, organizzato in collaborazione con il Mulino, apre la rassegna promossa dalla società editrice: ‘Scrivere, leggere e far di conto’.
L’evento, aperto a tutti, introdotto dal Prorettore alla Ricerca dell’Ateneo bolognese, Antonino Rotolo, è rivolto in particolare agli studenti delle classi quarte e quinte degli istituti di scuola secondaria superiore. Si racconterà cosa significa fare ricerca in ambiti diversi, le scoperte e le applicazioni e le ricadute nella vita quotidiana.
incontro-scuole-con-mulino

 

21 Settembre 2016 – ore 18.00
Bologna, Serre dei Giardini Margherita
Il tesoro blu nascosto. Alla scoperta delle risorse idriche sotterranee
Aperitivo scientifico
L’acqua è essenziale per la vita di ogni essere vivente. Negli ultimi decenni il consumo (e lo sperpero) di acqua è aumentato drammaticamente e in molti luoghi, anche del cosiddetto mondo industrializzato, la disponibilità di acqua fa ormai fatica a essere garantita regolarmente. Le risorse idriche sotterranee rappresentano quindi una risorsa vitale per tutti noi. La ricerca può aiutarci a scoprire e a usare in maniera consapevole e sostenibile le principali risorse di acqua dolce. Ne parliamo con il professore Vittorio Di Federico e Valentina Ciriello, ricercatori dell’Università di Bologna.

 

20 Settembre 2016 – ore 19.00
Bologna, Serre dei Giardini Margherita
Sismometri digitali e carte d’archivio. Studiare il passato, per comprendere il presente
Aperitivo scientifico
Amatrice, l’Emilia, L’Aquila. I dati della ricerca attuale e dei terremoti accaduti centinaia di anni fa in Italia ci raccontano che il nostro territorio convive col terremoto da sempre. La ricerca come può aiutare a valutare e affrontare il rischio sismico?
Ne parliamo con Romano Camassi e Licia Faenza, ricercatori all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Bologna. Modera l’incontro Marco Boscolo, giornalista scientifico di formicablu.
Sismometri digitali e carte d'archivio. Studiare il passato, per comprendere il presente

 

16 Settembre 2016 – ore 17.00
Ravenna, Antico porto di Classe
Visita agli scavi di San Severo e all’Antico porto di Classe
ATTENZIONE: causa maltempo si avvisa che la visita agli Scavi viene rinviata a data da destinarsi.
Visita guidata
Con la dott.ssa Debora Ferreri
L’ Antico Porto, che costituisce la prima stazione del Parco Archeologico di Classe, si estende in un’area co-stellata di rinvenimenti archeologici e di monumenti storici tra i più importanti di Ravenna.
Le attività di scavo sono riprese in modo sistematico dal 2001, grazie allo sforzo congiunto di Università di Bologna, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna e Fondazione RavennAntica.
L’’area archeologica offre una visuale dell’impianto generale delle strade e degli edifici portuali sorti nel V-VI secolo, epoca di massimo splendore e sviluppo dello scalo commerciale..
Visita agli scavi di San Severo e all'Antico porto di Classe

 

13 Settembre 2016 – ore 19.00
Bologna, Serre dei Giardini Margherita
Il lato oscuro dell’Universo: buchi neri, materia ed energia oscura
Aperitivo scientifico
Per molti secoli l’unica fonte di informazione sul Cosmo è stata la luce, raccolta dagli occhi o dai telescopi. Ma l’Universo è “tutto quello che si vede”? Oggi sappiamo che solo il 5% dei componenti dell’Universo è nella forma che conosciamo, mentre tutto il resto e’ oscuro (Energia e Materia Oscura). Inoltre, lo spazio-tempo stesso è “bucato”, da oggetti per loro definizione inesplorabili in maniera diretta: i buchi neri. Ne parleremo con Sandro Bardelli (INAF-Osservatorio Astronomico di Bologna), Donato Di Ferdinando (INFN-Sezione di Bologna) e Patricia Ritter (DIFA-Universita’ di Bologna).

 

19 Luglio 2016, Bologna, Serre dei Giardini Margherita
Einstein e la dea bendata
La scienza e le innovazioni sono frutto del caso? Il caso aiuta, ma i grandi scienziati, come Newton, Einstein e Galileo, sono tali perché hanno avuto spirito di osservazione e capacità di vedere oltre le apparenze dell’evento fortuito.
Con Vincenzo Palermo, ricercatore del CNR di Bologna e divulgatore scientifico. Moderava Marco Boscolo, giornalista scientifico, formicablu srl. In collaborazione con Kilowatt.

 

15 luglio 2016, Ravenna,Bar Nazionale
Le bevande magiche dell’antichità
Le bevande alcoliche (vino, birra, sidro) ottenute attraverso la fermentazione sono conosciute fin dall’antichità: usate per ragioni mediche, rituali, igieniche, per scopi conviviali, sociali o afrodisiaci, se ne trovano testimonianze in quasi tutte le civiltà.
Con Giuseppe Lepore, docente del Dipartimento di Storia Culture Civiltà al campus di Ravenna dell’Università di Bologna. In collaborazione con Bar Nazionale.

 

12 luglio 2016, Bologna, Serre dei Giardini Margherita
Giochiamo con l’intelligenza artificiale?
I computer sono intelligenti? Fino a che punto? L’abilità di un computer di svolgere funzioni e ragionamenti tipici della mente umana è oggetto di studio da decenni.
Con Thomas Bridi, ricercatore del Dipartimento di Informatica dell Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, e Lucy, il robot umanoide NAO, abile nel gioco. Moderava Angela Simone, giornalista scientifica, formicablu srl. In collaborazione con Kilowatt.

 

5 luglio 2016, Forlì, JUMP café
Forlì nella stratosfera
Far volare un proprio esperimento su un pallone aerostatico in Svezia, per dimostrare la tracciabilità degli inquinanti dell’aria.
Con Nani Serrano Castillo e gli studenti di Ingegneria Industriale dell’Università di Bologna – campus di Forlì, selezionati dall’Agenzia Spaziale Europea. In collaborazione con JUMP Café.