Aspettando la Notte 2019

La Notte dei Ricercatori 2018, culminata nella grande festa del 28 settembre, è passata. Siamo al momento dei bilanci, tutti molto positivi, e stiamo già pensando come fare ancora meglio per la edizione 2019.

Un caloroso grazie da parte dei partner e dei collaboratori di Society al pubblico intervenuto, che ha riempito vie, piazze, sale e laboratori il 28 settembre sera e durante i tanti appuntamenti che hanno preceduto la Notte e a tutte le ricercatrici e i ricercatori che hanno animato le iniziative.

Nel periodo che ci separa dalla prossima Notte, prevista il 27 settembre 2019, Society non starà con le mani in mano. Ci saranno altre iniziative che verranno pubblicizzate su questo sito e sui nostri social, che continueranno ad essere attivi. Fateci sapere cosa vi è piaciuto della edizione 2018, cosa vorreste vedere nella edizione 2019 e continuate a seguirci!

 


 

Martedì 16 luglio 2019, ore 21,30

Parco San Donnino, Bologna 

Ciao Luna!

Il 16 luglio 1969 l’Apollo 11 partiva per la missione che avrebbe portato l’uomo sulla Luna e in occasione di questo anniversario importante gli astronomi di Inaf hanno organizzato Ciao Luna, una serata bellissima per scoprire tutti i segreti del nostro satellite!  L’appuntamento è alle 21,30 al Parco San Donnino e sarà l’occasione di celebrare l’anniversario della partenza dell’Apollo 11! A raccontare la nostra Luna dal punto di vista scientifico saranno gli animatori scientifici di Sofos Divulgazione Scienze e gli astronomi dell’INAF, a omaggiarla con brani dedicati ci saranno la voce dell’attrice Simona Sagone e gli strumenti dei musicisti Giuseppe Sportaro e Federica Pasquali!! Nel corso della serata ci saranno dei telescopi per osservare, oltre alla Luna, anche Giove!

Ingresso Libero
21,30
Parco San Donnino
https://www.facebook.com/events/2314918538599766/

 


 

Sabato 8 giugno 2019, dalle 15 alle 19 

INAF – Centro visite “M. Ceccarelli”, Radiotelescopi di Medicina (BO)

Alla scoperta di SKA: il radiotelescopio più potente al mondo

Un sabato pomeriggio al Centro Visite “Marcello Ceccarelli” dei Radiotelescopi di Medicina (BO), per raccontare ad adulti e bambini cos’è lo Square Kilometer Array (SKA), il radiotelescopio che a breve sarà il più grande e potente del mondo, in cui l’Italia è fortemente coinvolta. Sarà composto da centinaia di migliaia di antenne in fase di costruzione in Australia e in Sud-Africa. È un progetto internazionale immenso in cui l’Istituto Nazionale di Astrofisica partecipa insieme ad altri 20 paesi.

Durante il pomeriggio sono previsti visite, laboratori per bambini, proiezioni, planetario e una tavola rotonda in cui gli esperti ci raccontano cos’è SKA, ma anche le loro aspettative e speranze su questa enorme promessa della scienza e tecnologia del prossimo futuro.

CONFERENZA ORE 18
“Sfide e promesse: il futuro della radioastronomia”

RELATORI CONFERENZA:
Gianni Bernardi, INAF- Istituto di Radioastronomia di Bologna
Grazia Umana, INAF-Osservatorio Astrofisico di Catania

Accesso libero, su prenotazione per conferenza, planetario e laboratori, senza prenotazione per le altre attività.

Per prenotazioni (EVENTBRITE):
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-alla-scoperta-di-ska-il-radiotelescopio-piu-potente-al-mondo-61419801279

Facebook:
https://www.facebook.com/events/469873957083640/

Alternativa in caso di pioggia: La conferenza si terrà al chiuso e i laboratori in gazezo coperti. In caso di forte maltempo previsto, consultare il sito web per aggiornamenti o contattare gli organizzatori.

 


 

8 giugno – 16 giugno 2019

 Fico Eatalyworld – Via Paolo Canali, 8

Neil Armstrong The First

Una mostra per i 50 anni dello sbarco sulla luna dall’8 al 16 giugno 2019 a Fico Eatalyworld, curata da Luigi Pizzimenti, la tappa bolognese vedrà esposti una Luna gigante, le tute originali, filmati e documenti inediti. Un diorama di 3 metri accoglierà i visitatori raccontando la storia di Neil Armstrong, l’uomo del “grande passo per l’umanità”. Tutti i reperti esposti durante le nove giornate dell’evento provengono dal Programma Apollo NASA, da importanti collezioni private e dalla stessa famiglia Armstrong. La mostra fa parte di Society – Aspettando la Notte Europea dei Ricercatori 2019.

INGRESSO LIBERO

Orari di apertura: dal lunedì alla domenica 10 – 23, il sabato 10 – 24.

https://www.facebook.com/events/2340587166266981/


31 maggio 2019

 Iti Aldini Valeriani Sirani – Istituto Salesiano b.v. San Luca – Liceo Sabin

La giornata del clima – Come salvare la terra con scienza e ricerca

Nell’ambito de La giornata mondiale del clima il Festival dello sviluppo sostenibile 2019, promosso da Asvis, show room energieambiente e in collaborazione con Comune di Bologna, Sostenibilità è Bologna, Alma Mater Studiorum e Cmcc, offre una giornata ricca di appuntamenti per riflettere su uno dei temi più caldi dell’attualità. La giornata rientra negli appuntamenti promossi da Society in vista della Notte Europea dei Ricercatori 2019.

 


 

6 maggio 2019

Teatro Duse, via Cartoleria 42

Can you hear me? Un viaggio nel tempo con i messaggeri dell’universo 

Cosa succede quando un buco nero ‘ingoia’ una stella?
Cosa si nasconde nel km cubo di ghiaccio antartico immerso nella calotta del Polo Sud?
Che suono fanno due buchi neri che si fondono?
Il 6 Maggio 2019, presso il Teatro Duse di Bologna, risponderemo a questa e molte altre domande in un viaggio attraverso la scienza, in cui scopriremo come è cambiato il nostro modo di guardare all’Universo.
Partiremo da Galileo, che esattamente 410 anni fa ha puntato il suo primo telescopio verso il cielo fino ad arrivare alle ultime entusiasmanti scoperte degli ultimi decenni: dalla rilevazione dei raggi gamma a quella dei neutrini e delle onde gravitazionali!
Ci accompagneranno in questo percorso:
– Werner Hofmann, Portavoce di CTA
– Takaaki Kajita, Premio Nobel per la fisica 2015
– Rainer Weiss, Premio Nobel per la fisica 2017
I talk saranno intervallati dagli interventi di:
Lo Stato Sociale
Kepler-452
Presenta: Stefano Sandrelli (INAF).

 


 

11 aprile 2019

LabOratorio San Filippo Neri, Bologna
via Manzoni 5

Processo alla ricerca: Senza donne si può?

La ricerca in scena – Conferenza spettacolo

A cura delle ricercatrici e dei ricercatori dell’Università di Bologna e con drammaturgia di Carlotta Pensa. Sul
banco degli imputati le donne che arrivano a fatica all’apice della carriera universitaria e non solo. L’accusa presenterà le debolezze di un genere tacciato di essere incapace di fare squadra, di mettersi in evidenza, di emergere, dimostrandosi spesso nemico di se stesso. La difesa argomenterà su una discriminazione presente ai più alti livelli istituzionali, su giudizi negativi -che orientano l’opinione pubblica-formulati da luminari in materie spesso non pertinenti rispetto ai giudizi espressi, sulle limitate opportunità effettivamente disponibili per le donne. Il processo sarà all’americana, con un giudice e una giuria. La giuria, composta da ricercatrici/ori e da alcune persone del pubblico che la sera stessa vorranno aderire, emetterà il verdetto finale.

 


11 febbraio 2019 – ore 16.00

Pinacoteca Nazionale, Bologna
Sala Gnudi, Via delle Belle Arti 56

 

Women of CTA

In occasione della Giornata delle Donne nella Scienza, indetta dalle Nazioni Unite, si terrà a Bologna il primo incontro annuale “Women of CTA”.
Tre delle donne leader che contribuiscono alla scienza e alla costruzione di CTA condivideranno le loro esperienze e contributi a CTA e risponderanno alle domande del pubblico.

Intervengono
Prof. Patrizia Caraveo – Direttrice di Ricerca-INAF, Milano e Professoressa a contratto, Università degli Studi di Pavia. Rappresentante INAF, CTA Consortium Board, Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Dr.  Emma de Oña Wilhelmi – Istituto di Scienze Spaziali (IEEC-CSIC), Barcelona e Deutsches Elektronen-Synchrotron (DESY), Zeuthen Coordinatrice di Scienza, CTA Consortium Humboldt Fellow

Chiara Montanari – Osservatorio CTA, Bologna Interface Manager, CTAO Project Office, Prima donna italiana a guidare una spedizione in Antartide

 


5 dicembre 2018 – ore 20.30

LabOratorio San Filippo Neri, Bologna
Via Manzoni 5

 

1908 – 2018 | 100 Anni che non passano
L’eredità della Grande Guerra tra ricerca e innovazione

La ricerca in scena – Conferenza spettacolo

Abbiamo studiato e ricercato, inventato e creato, in questo secolo. Eppure c’è qualcosa che è rimasto tale e quale. Quanto hanno inciso 100 anni di ricerca e innovazione in ciò che usiamo tutti i giorni e in ciò che percepiamo come ‘normale’? Cosa di rivoluzionario, inimmaginabile al tempo della Grande Guerra oggi, invece, esiste?!

Ricercatrici e ricercatori lo racconteranno sfidando il tempo. 12 minuti a disposizione per ciascuno per illustrare cosa nella loro disciplina è identico a 100 anni fa, cosa è stato innovato e cosa non c’era e ora c’è, grazie anche alla ricerca dell’Università di Bologna. Dovranno essere 5 racconti veloci, brillanti e chiari. E sarà il pubblico in sala a decretare il vincitore!

A cura delle ricercatrici e dei ricercatori dell’Università di Bologna nell’ambito delle attività della Notte Europea dei Ricercatori.

Intervengono
Matteo Cerri | fisiologia
Morena Falcone | automotive
Emanuele Mandanici | geomatica
Martina Montinari | economia
Claudio Riponi | enologia

 


dal 2 dicembre 2018 al 7 aprile 2019

Museo del Patrimonio Industriale, Bologna
Via della Beverara 123

 

La Via della Seta passava per Bologna

Un ciclo di incontri, nato dalla collaborazione tra Museo del Patrimonio Industriale, CNR-ISOF (Istituto per la Sintesi Organica e la Fotoreattività), CNR-ISMAR (Istituto di Scienze Marine), Fondazione Villa Ghigi e Università di Bologna, per ricostruire, documentare e approfondire, da più punti di vista, la storia, il contesto naturale e culturale, le tecniche di lavorazione e l’utilizzo della seta a Bologna dalla produzione del velo tra XV e XVIII secolo fino ai più recenti impieghi in ambito tecnologico.

Gli incontri, là dove non espressamente indicato, si tengono presso il Museo del Patrimonio Industriale.
Per tutti gli appuntamenti è obbligatoria la prenotazione da effettuare chiamando lo 051 6356611 entro le ore 13 del venerdì precedente l’incontro, salvo diversa indicazione.

domenica 2 dicembre 2018 | ore 16 – 17.30
La seta a Bologna tra XV e XVIII secolo

domenica 3 febbraio 2019 | ore 16 – 17.30
Dal filo al tessuto, l’antica arte della tessitura bolognese

domenica 24 marzo 2019 | ore 9.30 – 12.30
Tra gelsi e canali sulle tracce della seta a Bologna

lunedì 25 marzo 2019 | ore 17.30 – 19
Veli, donne e paradossi: storie

domenica 7 aprile 2019 | ore 16 – 17.30
La seta nel terzo millennio (tra scienza e innovazione)