Romano Camassi

Romano Camassi

romano-camassiNome: Romano Camassi, primo tecnologo all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia dal 1989.

Profilo: Laureato in pedagogia (con una tesi in storia moderna su un terremoto), è la migliore dimostrazione di come la ricerca scientifica si possa alimentare di contributi eterogenei e diversi. La ricchezza del suo percorso professionale, consente a Romano di occuparsi anche di sismologia storica, quella parte della sismologia che si occupa di ricostruire la storia sismica del nostro paese a partire dalle tracce che ha lasciato nei documenti storici.

A fine agosto Romano era in ferie, perso nel suo angolo dell’Appennino dietro Bologna. Allertato nel corso della notte, è sceso giù dai monti all’alba per organizzare la partenza per la zona terremotata nel più breve tempo possibile. Insieme ad altre squadre, si occupa di osservare e catalogare gli effetti del terremoto nelle aree colpite. Dai comignoli abbattuti, alla fessurazione del terreno, dal crollo totale di un fabbricato alla frana che colpisce un versante, la raccolta di queste informazioni ci consente di tracciare un quadro preciso dell’impatto del terremoto, cioè degli effetti diversi che lo stesso terremoto causa in aree differenti. Questo tipo di attività rientra nel campo della macrosismologia, uno dei tasselli che ci permette di valutare la pericolosità sismica del nostro paese, mettendo insieme questi dati con quelli che derivano dalla ricerca storica.